5 Musei da visitare lontano dagli itinerari turistici

L’Egitto è famoso per la sua storia e i suoi monumenti. Prima della recente rivoluzione, la prima cosa che probabilmente vi sarebbe venuta in mente pensando all’Egitto erano senza dubbio le Piramidi di Giza, seguite dalla Sfinge, Luxor e Aswan, e probabilmente anche il Mar Rosso, per gli amanti della tintarella.  Dopo la rivoluzione, invece, penserete a Piazza Tahrir, e magari anche al Museo Egizio. Tutto sommato, i musei non sono il punto forte di questo paese, e la causa di ciò è la poca pubblicità dedicatagli. Nonostante ciò, vivendo in Egitto, ho scoperto che ci sono tantissima musei nascosti, lontani dagli itinerari turistici tradizionali, che vale la pena visitare!

Qua una lista di 5 musei meno conosciuti che voglio consigliarvi!

  • Museo d’Arte Mahmoud Khalil

 

Mahmoud Khalil Museum
Museo Mahmoud Khalil

Questo meraviglioso museo ha purtroppo recentemente attirato l’attenzione per via del furto del quadro di Van Gogh “I Papaveri” nel 2010, che è risultato in un rafforzamento delle misure di sicurezza per evitare che fatti del genere si ripetano.  Ho incluso comunque questo museo nella mia lista per via delle numerose e celebri opere d’arte che ne fanno un’attrazione da visitare assolutamente! Per gli amanti dell’arte, il Louvre è probabilmente il posto dove andare. Ma se non potete andare fin lì, allora vale la pena recarsi a questo museo a Giza, e ammirare opere di Renoir, Monet, Pissaro, Gauguin, e Rodin, senza dubbio una collezione che colpisce!

  • Bayt el Suhaymi
Finestra "Mashrabiya" a Bayt el Suhaymi

Finestra "Mashrabiya" a Bayt el Suhaymi

Questo non è un museo nel senso tradizionale del termine, ma una casa museo che è una bellissima testimonianza dell’architettura fatimida del 17mo secolo in Egitto. Questa casa è spettacolare, con un giardino al centro, e un susseguirsi di archi che collegano una stanza all’altra. Costruita su una base squadrata e spigolosa, le stanze e le scale spesso portano a diversi livelli della casa. Nelle zone della casa dedicate alle donne si possono ammirare le finestre mashrabiya, usate per permettere alla luce di entrare, ma impedire di vedere l’interno dalla strada. Questo tipo di finestra era molto comune, e faceva sentire le donne meno imprigionate nelle loro case grazie al sole e all’aria che lasciano trapassare. Il mio consiglio è quello di passeggiare fino ad arrivare al bagno e poi ammirarne il soffitto: vetro colorato con forme irregolari da cui filtrano dei bellissimi raggi di luce multicolore!

  • Museo di Kasr el Gawhara
Museo di Kasr el Gawhara

Museo di Kasr el Gawhara

Questo è un posto da visitare, dato che si trova sulla strada per raggiungere un altro sito che sicuramente andrete a vedere. Il Museo di Kasr El Gawhar, che si trova dentro la Cittadella di Saladino al Cairo, prende nome dall’ultima moglie del pascià Muhammad Ali, il Khedive considerato fondatore dell’Egitto moderno. In Kasr El Gawhara, Muhammad Ali festeggiò con i governatori Mamelucchi, che il suo esercito massacrò a fine festeggiamenti quando lui lasciò la stanza da pranzo, creando così un nuovo Egitto. In questo museo, potete visitare uno dei posti dove si è fatta la storia! Per non parlare della vista mozzafiato sul Cairo che potete ammirare uscendo.

  • Il Museo sottomarino di Alessandria
Statua sottomarina nella baia di Alessandria

Statua sottomarina nella baia di Alessandria

Questa à una sorpresa inaspettata, anche se indirizzata non a tutti. Se hai un attestato per fare immersioni, puoi fare un’escursione al largo della costa di Alessandria, vicino alla Cittadella di QaitBey, ed immergervi per ammirare alcune delle 26 sfingi, massi che pesano fino a 56 tonnellate, statue che portano doni per gli dei, e relitti greci e romani, come anche un relitto che si pensa appartenga al castello di Cleopatra, più il famoso faro. Nonostante ci sia in programma di trasformare quest’area nel primo vero museo sottomarino, per ora dovrete accontentarvi di andare al largo in barca e immergervi, per trascorrere qualche ora tra queste spettacolari rovine. Senza dubbio da vedere per gli appassionati di immersioni!

  • Casa-Museo di Ahmed Shawki
Facciata del Museo

Facciata del Museo

Questo è un’altro museo diverso da quelli tradizionali. La casa di Ahmed Shawki, poeta e letterato egiziano dei primi anni ’20, chiamato Karmat Ibn Hani’e (la vigna di Ibn Hani’e), si trova sulla riva del Nilo a Giza. Il museo ospita una collezione di oltre 300 libri della libreria personale di Shawki, che trattano diversi temi, e includono anche delle bozze manoscritte dei suoi poemi. Questa casa è perfettamente conservata e mostra la casa del poeta come era era abitata, includento anche un edificio supplementare che Shawki aveva fatto costruire. Visitare la dimora di uno dei più grandi e internazionalmente rinomati poeti egiziani è una sensazione senza pari!

About Mona Ibrahim

My name is Mona and I’m a writer/blogger at Tour Egypt. Egyptian by ethnicity, I was born and raised on the east coast of the United States, living in New Jersey and Massachusetts my entire life. Three years ago, I decided to move to Egypt, on my own, and experience what it is like to live in such an incredible country. I have a degree in Hospitality Administration, I love “The Office” and Welch’s Grape Juice, and I really enjoy baking. These are my experiences and tips for Egypt.